Tag: Personal shopper

Shopping tour a Madrid e tappa da Scarly

Una delle cose migliori di Madrid, insieme ai colori del cielo, alla movida ed alla sua vivacità, è lo shopping.  C’è un’ampia scelta di negozi di vario tipo, di vari prezzi e per noi italiani è molto conveniente perchè il costo medio di un prodotto è inferiore a quello del nostro paese. Quindi se state programmando un viaggio nella capitale spagnola, lasciate un bel pò di posto in valigia da riempire con i vostri acquisti.

La città è divisa in vari quartieri, dove troverete tipi di negozi diversi. La zona centrale di Gran Via e calle Fuencarral è la più commerciale, incontrerete shop a più piani di Zara o H&M, ecc. Invece se quello che preferite sono le marche di lusso dovete andare nel barrio Salamanca, fermata di metro Serrano, per dilettarvi con le vetrine o magari, se potete, anche con gli acquisti! Non dimenticate di fare un giro per calle Ortega y Gasset, la più lussuosa della città, che ospita i negozi di Louis Vuitton, Dior, Chanel, ecc.

Però, quello di cui vi voglio parlare oggi, non è quello che potete trovare anche in altre capitali. Vi voglio raccontare la parte di Madrid più particolare, quella che da turisti magari non conoscerete, quella più attiva e più viva, dove nascono le nuove tendenze e dove si muovono le persone più cool. Parlo del quartiere di Malasaña e della zona di Triball, in particolare, che non potete assolutamente perdervi.

In questi ultimi mesi in questa zona ho scoperto Scarly, un negozio fantastico dallo stile romantico che ho amato subito. Nel negozio ho ricevuto un tratto squisito, cosa molto importante quando si va a fare shopping. Inoltre l’ambiente è accogliente ed  il camerino così comodo che mi sono sentita come a casa!

Mi sono fermata a parlare con la proprietaria, Beatriz, che mi ha raccontato la sua storia e permesso di fare delle foto delle collezioni presenti.

Beatriz ha deciso di rendere realtà il suo sogno nel 2010. Durante il suo periodo di maternità infatti decide di dedicarsi alla sua grande passione per la moda, iniziando a disegnare delle ballerine che fa produrre in grande quantità e decide, nonostante il momento di crisi, di aprire un negozio per vendere le sue collezioni insieme a marche francesi e inglesi, eleganti e chic. Sceglie questo quartiere perchè lo considera il più trendy ed interessante per l’unione tra angoli antichi e nuove tendenze sia in moda che in gastronomia. Lei stessa si dedica a viaggiare per le capitali della moda alla ricerca delle ultime novità da portare a Madrid. Le collezioni che vende sono adatte per tutte le necessità, dal lavoro alle uscite con le amiche e vanno dall’ultimo trend al capo basic però sempre con un tocco di particolarità. Inoltre il rapporto qualità/prezzo è ottimo.

Mi sono ritrovata molto in quello che mi raccontava Beatriz. La sua storia è un buon esempio di come, anche se è un brutto momento, a livello economico, in Italia come in Spagna, c’è sempre posto per i propri sogni ma solo chi rischia e ci crede davvero può riuscire a realizzarli.

Se volete fare un salto da Scarly vi basterà andare in calle Desengaño, 16. E dopo lo shopping vi consiglio di “perdervi” per il quartiere di Malasaña alla scoperta dei suoi angoli nascosti!

Non dimenticate di fermarvi in qualche bar per bere una caña (birra) e mangiare una tapas in piena usanza spagnola!

E se avete bisogno di una guida per lo shopping tour, che è tra i servizi che offro come personal shopper, contattatemi!

Vetrina ScarlyVetrina ScarlyScarlyBallerine ScarlyScarly Leggi di più

TAGS

Professione Personal Shopper

Per tutte le amanti dello shopping quella di Personal Shopper potrebbe essere la professione ideale. Anche se non basta essere appassionate di moda e di compere, ma c’é bisogno di molto lavoro, studio, pazienza e dedizione. E’ una professione nuova, su cui si sa ancora poco. Proprio per questo ho deciso di scrivere in questo post a cosa si dedica realmente un personal shopper e quali sono le sue funzioni. Questa figura é nata negli Stati Uniti, alla fine degli anni ottanta, e si é diffusa da poco anche in Europa. All’inizio era un servizio rivolto solo ad un’élite, ma ora é alla portata di tutti e si puó trovare anche in piccoli negozi o grandi centri commerciali. Anche se, é soprattutto negli Stati Uniti e nel Regno Unito, che é presente un’ampia offerta in questo settore, meno, invece, negli altri paesi europei. Se vi capita di andare a Londra, per esempio, il flagship store di Top Shop, ad Oxford Street, ha un settore dedicato interamente a questo servizio. Ma che cos’é realmente un Personal Shopper e di cosa si occupa?

Il Personal Shopper é un consulente qualificato che consiglia e guida i clienti su come realizzare il migliore acquisto, in ambito di moda, ma non solo. Ci sono Personal Shopper specializzati in vari settori: da come trovare il regalo giusto o l’ultimo oggetto tecnologico presente sul mercato fino ad accompagnare gruppi di turisti per i principali negozi della cittá, organizzare tour enogastronomici o consigliare sui ristoranti o centri benessere piú cool del momento. Ogni personal shopper si puó specializzare in quello che gli piace maggiormente, anche se é il caso di tener in conto la domanda presente nel mercato dove si va ad operare. Non bisogna dimenticare che ci si puó anche dedicare, per esempio, alla ricerca di oggetti di antiquariato ed anche a servizi da offrire agli sposi, per trovare i vestiti migliori nel loro giorno piú importante. Negli Stati Uniti si offrono anche servizi di consulenza online, ma in Europa non é una pratica molto diffusa.

Qualunque settore si decida abbracciare é fondamentale essere preparati su tutte le novitá. Ed ovviamente, nel caso della moda, é necessario aggiornarsi sempre sulle ultime sfilate, tendenze, campagne pubblicitarie e sapere di eventuali aperture di nuovi negozi, centri commerciali, ecc. Oltre ad avere sempre un’immagine impeccabile, buon gusto e tanta pazienza, bisogna saper ascoltare il cliente e metterne in risalto i suoi punti migliori attraverso i colori, i vestiti e qualche piccolo trucco.

Operando nell’ambito della moda, il lavoro del Personal Shopper consiste nel realizzare al cliente un’analisi del colore ed un’altra morfologica, attraverso le quali si puó capire quali sono i colori ed il tipo di abbigliamento che possono valorizzarne  l’immagine. Questo avviene in un primo incontro, nel quale si compila un questionario tenendo conto dei ritmi e stili di vita della persona. Solo dopo aver effettuato questo primo passo si puó passare al tour di shopping ed, eventualmente, all’organizzazione dell’armadio. Nei prossimi post approfondiró nel dettaglio questi punti.

Vi chiederete perché ricorrere ad un personal shopper? Per mancanza di tempo, per realizzare un miglior acquisto ma soprattutto per evitare di comprare quei capi che poi lasciamo nel nostro armadio senza indossare mai perché realmente non ci donano affatto.

TAGS